Il rame: sostituzione, alternative e nuove soluzioni!

08/08/2020 di Carlo Capretta


Io e mio padre appena entrati nella tenuta fummo accolti dal viticoltore sbraitando: “Ogni anno la stessa storia! Una sfida continua tra prevenzione, trattamenti e rispetto dei limiti! E sempre senza avere indicazioni precise sulle zone colpite!” 

A queste parole, dette con tanta enfasi da sembrare urla, mio padre rispose  al viticoltore facendo appello a tutta la sua esperienza da agronomo e io rimasi ad ascoltare, d’altra parte ero lì avido di esperienza sul campo:  “Ascolta ma cos'altro possiamo fare? Ogni anno ce n’è una nuova e più andiamo avanti più i limiti sono stringenti, però d’altra parte non posso neanche dirti di dare alle piante meno trattamenti!”

“Ma io ho bisogno di indicazioni più precise!Trovare soluzioni ai miei problemi è il vostro lavoro!” Replicò il viticoltore.

Sentite queste parole, intervenni nella conversazione: “Ascolti, ma ha mai pensato che esistono strategie e tecnologie che possono  supportarla nelle decisioni e che possono aiutarla a prevedere piuttosto che a curare?”

“Lascia perdere ragazzo!” intimò mio padre: “Cosa vuoi saperne tu di campagna e viticoltura? E poi tutte queste diavolerie che si sono inventati, smartphone e computer servono solo a friggerti il cervello!”

Conoscevo già il suo scetticismo riguardo la tecnologia ma questa volta non volli assecondarlo e mi affrettai ad inseguire il viticoltore 

“In pratica lei crede davvero che piccoli accorgimenti come le analisi del terreno, una fertilizzazione mirata o un’irrigazione intelligente non sarebbero di alcun aiuto per rispettare i limiti delle sostanze utilizzate durante i trattamenti”?

A quel punto il viticoltore si fermò e si voltò verso di me, mio padre immobile dietro di noi: “Continua, ragazzo” disse con un tono a metà tra lo stupore e la sfida. 

Avevo ottenuto la sua attenzione: ”Guardi che non è finita qui! Esistono tecnologie che possono aiutarla a monitorare costantemente il suo terreno! E possono anche dirle quando e dove intervenire con i trattamenti, così da non rischiare di superare i limiti di legge! D’altra parte è stato lei a dire che ha bisogno di indicazioni più precise, ecco, macchine come gli IoT unitamente al monitoraggio delle immagini satellitari possono essere un grandissimo supporto per lei e per il suo lavoro!” 


Vuoi sapere come si utilizzano questi strumenti sorprendenti?

Scopri di più

e

CONTATTACI per entrare anche tu nel mondo dei dati!